gototopgototop
Intermeeting San Marino Undistricted / Rimini-Riccione Host
SAN MARINO 1944: I CENTOMILA RIFUGIATI
Nella giornata di domenica 28 settembre 2014 u.s. il Lions Club San Marino UNDISTRICTED e il Lions Club Rimini – Riccione Host hanno ricordato ill 70° Anniversario del passaggio del fronte della II° Guerra Mondiale, avvenuto nel settembre 1944 e preceduto dal bombardamento sulla Città di San Marino, da parte degli aerei delle forze alleate, il 26 giugno 1944. La giornata è iniziata alle ore 10,00 con il ritrovo dei numerosi partecipanti, soci lions, famigliari ed amici, presso il parcheggio della Funivia di Borgo Maggiore. Qui il Gen. Prof. Rosolino Martelli, prima di prendere il trenino bianco – azzurro (non più quello originario ma, purtroppo, gommato, che ha percorso le gallerie della ex Ferrovia Rimini – San Marino di “Borgo” e di “Montalbo”), ha rivissuto i suoi ricordi di bambino sia dell’infausto e tragico giorno del bombardamento, sia di sfollato nella galleria “Santa Maria” (la più lunga) di Valdragone. San Marino nel 1944, all’interno delle n. 17 gallerie della Ferrovia, ospitò e diede sostentamento a ben centomila rifugiati italiani del circondario.
Successivamente i partecipanti all’evento lionistico, circa un centinaio di persone, hanno percorso a piedi la galleria del Montale, lunga 800 m., per arrivare sul Piazzale ex Stazione. Di qui la comitiva si è diretta al Museo dell’Emigrante dove ad attenderla c’era il direttore Dott.ssa Patrizia di Luca e il Prof. Angelo Turchini, curatore e guida della mostra fotografica “Centomila Fratelli”. La mostra consiste nella documentazione fotografica dei ruderi degli edifici lasciati dal bombardamento e sulle testimonianze delle condizioni di vita dei rifugiati prodotta dal compianto Gen. Giorgio Zani, a quei tempi Ufficiale della Milizia Confinaria di San Marino e grande appassionato di fotografia e da Luigi Severi, fotografo riminese sfollato a San Marino.  Infine, presso la Terrazza del Titano, il dott. Daniele Cesaretti, medico, grande studioso di storia recente e socio lion sammarinese, ha ripercorso gli episodi bellici più significativi della cosiddetta “Linea Gotica”, in particolare della “Linea Gialla” tra Rimini e San Marino, che hanno visto contrapposti l’esercito tedesco alle Forze Britanniche di Sua Maestà. Tra le operazioni militari ricordate nell’intervento del Dott. Cesaretti, merita particolare rilievo la battaglia di Monte Pulito, nel Castello di Faetano, dove si distinsero le truppe nepalesi Gurkha con atti valorosi che valsero la “Victoria Cross”, massima onorificenza militare britannica, alla memoria del soldato Sher Bahadur Thapa. All’Intermeeting, organizzato dal Consiglio Direttivo del Lions Club San Marino UNDISTRICTED, erano presenti il Presidente ospitante Alessandro Barulli e il Presidente del Lions Club Rimini – Riccione Host Fabio Maioli. Inoltre, erano presenti come invitati, il Presidente del Lions Club Rimini Malatesta Nevio Annarella e il Sindaco di Tavoleto Nello Gresta che, non più tardi di due settimane fa, ha ospitato in una analoga rievocazione, i Colonelli inglesi Robert Couldrey e Martin Brooks del Reggimento Royal Gurka Rifles. La bella giornata rievocativa si è conclusa con lo scambio dei rispettivi guidoncini lionistici.

Conrad Mularoni